login registrati
login
login
[x]

DNA concerti e eventi

Lungotevere Flaminio, 38 – 00196 Roma
tel. +39 06 89560116
fax +39 06 83519972

informazioni: info@dnaconcerti.com
booking: info@dnaconcerti.com
press: annachiara@dnaconcerti.com

DNA on social:
facebook.com/dnaconcertieproduzioni
twitter.com/dnaconcerti

Newsletter & Promo:
Entra a far parte di Backstage Pass, la nuova community di DNA concerti, per essere sempre aggiornato sui nostri eventi, ricevere news in anteprima sui nostri artisti e godere di promozioni esclusive sui nostri eventi più importanti.
REGISTRATI QUI

[x]

Zola Jesus

concerti

14 novembre 2017
ROMA
MONK
Ingresso con Tessera Arci
www.monkroma.club – 06.64850987
15 novembre 2017
BOLOGNA
LOCOMOTIV
via Sebastiano Serlio 25/2 40128 Bologna
17 novembre 2017
MILANO
MAGNOLIA
Circolo Magnolia – Via Circonvallazione Idroscalo, 41, 20090 Segrate MI

www.zolajesus.com

www.facebook.com/zolajesusofficial

Zola Jesus  arriva in Italia per tre date a novembre per presentare l’ultimo album, OKOVI, in uscita l’8 settembre per Sacred Bones.

Per oltre una decade Nika Roza Danilova ha creato a registrato musica con il nome d’arte ZOLA JESUS. Per buona parte di questo periodo i suoi lavori sono stati pubblicati dall’etichetta Sacred Bones.
OKOVI, il nuovo album segna la reunion con la storica label. La musica del nuovo album è stata scritta come una pura catarsi, quindi il suono che ne risulta è innovativo, profondo, oscuro e mistico.
Alla realizzazione di OKOVI hanno contribuito il compagno di band Alex DeGroot, il produttore WIFE, Shannon Kennedy dei Pedestrian Deposit, ed il percussionista Ted Byrnes.
Con Okovi, Zola Jesus elabora una profonda meditazione sulla perdita e sulla riconciliazione.I brani che compongono l’album nascono dalle profondità più oscure e inconsce eppure sono capaci di brillare di una luce unica.
ARTIST STATEMENT:
Last year, I moved back to the woods in Wisconsin
where I was raised. I built a little house just steps away from where my
dilapidated childhood tree fort is slowly recombining into earth. Okovi
was fed by this return to roots and several very personal traumas.