login registrati
login
login
[x]

DNA concerti e eventi

Lungotevere Flaminio, 38 – 00196 Roma
tel. +39 06 89560116
fax +39 06 83519972

informazioni: info@dnaconcerti.com
booking: info@dnaconcerti.com
press: annachiara@dnaconcerti.com

DNA on social:
facebook.com/dnaconcertieproduzioni
twitter.com/dnaconcerti

Newsletter & Promo:
Entra a far parte di Backstage Pass, la nuova community di DNA concerti, per essere sempre aggiornato sui nostri eventi, ricevere news in anteprima sui nostri artisti e godere di promozioni esclusive sui nostri eventi più importanti.
REGISTRATI QUI

[x]
Woods_0117

Woods

concerti

31 marzo 2017
TORINO
SPAZIO211

Ingresso: 10€ + d.p.
Prevendite su:
www.spazio211.com

01 aprile 2017
ROMA
MONK - PSYCH FEST NITE
Ingresso con Tessera Arci
www.monkroma.club
Tel: 06.64850987
Prevendite su:
02 aprile 2017
RAVENNA
BRONSON

Ingresso: 12 euro + d.p. in prevendita – 15 euro alla porta

Prevendite su:
www.vivaticket.it

04 aprile 2017
MILANO
SEERAGLIO

Ingresso: 12 euro + d.p. in prevendita – 15 euro alla porta

Prevendite su:
www.mailticket.it

www.woodsist.com/woods

www.facebook.com/woodsfamilyband

  • Woods, la band psych-folk di Brooklyn formata da Jeremy Earl (vocals, guitar), Jarvis Taveniere (various instruments, production), Aaron Neveu (drums), Chuck Van Dyck (bass) e Kyle Forester (keyboards, sax) arriva in Italia per presentare l’ultimo bellissimo album City Sun Eater in the River of Light, nono lavoro della loro carriera.

    I Woods sono sempre stati esperti nel distillare piccole epifanie di vita in blocchi compatti di folk psichedelico fuori da ogni tempo e luogo. Forse quelle epifanie sono state sepolte sotto la manipolazione di cassette o freakouts drum-and-drone, o forse avvolte nel falsetto cadenzato di Jeremy Earl, ma nel corso di 8 bellissimi album, i Woods hanno raffinato il loro suono giungendo sino all’ultimo City Sun Eater in the River of Light, il loro nono LP e il secondo registrato nel loro studio e pubblicato per la prestigiosa label di Jeremy Earl  “Woodsist” che ha dato alle stampe anche Real Estate, Wavves, Kurt Vile e Thee Oh Sees.

    Questo nono album dell’instancabile band newyorkese è un disco denso di chitarre e fiati lussureggianti, un lavoro mistico e seducente, animato da una vivace ansia per lo stato del mondo. Sono ancora gli Woods che abbiamo imparato ad amare in questi 10 anni, sono riconoscibilissimi è vero, eppure diversi dai lavori precedenti perché stavolta li vediamo dilettarsi con le più svariate influenze, dal jazz etiope alla psichedelia anni ’70 sino al Krautrock e a folk tribale.

    City Sun Eater in the River of Light è un lavoro compatto, potente e urgente, ad oggi il migliore e più maturo della band. Il lavoro precedente “With Light and With Love” è stato pubblicato nel 2014.