login registrati
login
login
[x]

DNA concerti e eventi

Lungotevere Flaminio, 38 – 00196 Roma
tel. +39 06 89560116
fax +39 06 83519972

informazioni: info@dnaconcerti.com
booking: info@dnaconcerti.com
press: annachiara@dnaconcerti.com

DNA on social:
facebook.com/dnaconcertieproduzioni
twitter.com/dnaconcerti

Newsletter & Promo:
Entra a far parte di Backstage Pass, la nuova community di DNA concerti, per essere sempre aggiornato sui nostri eventi, ricevere news in anteprima sui nostri artisti e godere di promozioni esclusive sui nostri eventi più importanti.
REGISTRATI QUI

[x]
mbv_15

My Bloody Valentine

concerti

> Al momento non sono previste date per questo artista

> Al momento non sono previste date per questo artista

www.mybloodyvalentine.org
www.facebook.com/mybloodyvalentine
twitter.com/theofficialmbv

  • I My Bloody Valentine nacquero a Dublino verso la fine del 1983  per iniziativa del chitarrista Kevin Shields e del batterista Colm O’Ciosoig. Ai due si aggiunsero il cantante Dave Conway e la tastierista Tina, quindi la band si spostò a Berlino dove nel 1985 , pubblicò il mini-album, This Is Your Bloody Valentine.

    Tornati a Londra, sostituirono Tina con la bassista Debbie Googe, e pubblicarono, sul finire del 1985, un EP, Geek. L’anno successivo uscì The New Record by My Bloody Valentine, che riscosse un discreto successo locale e permise alla band d’intensificare le esibizioni dal vivo. All’inizio del 1987 dopo aver firmato con la Lazy Records, la band pubblicò Sunni Sundae Smile.
 Poco dopo, Conway abbandonò la band e venne sostituito da Bilinda Butcher, cantante e chitarrista. La nuova formazione pubblicò, prima della fine del 1987 un EP Strawberry Wine e un mini-LP, Ecstasy, annullando il contratto con la Lazy Records. I due dischi vennero ripubblicati nel 1989 nella compilation Ecstasy and Wine.

    La band firmò con la Creation Records. Nel 1988 , così, la band pubblicò l’ennesimo EP, You Made Me Realise, primo loro lavoro a raccogliere diversi consensi fra la critica. Per il brano You Made Me Realise, venne girato anche un videoclip. Dopo un altro EP, Feed Me With Your Kiss , nel novembre del 1988 , uscì, finalmente, il primo LP, Isn’t anything. Il disco riscosse un notevole successo tra la critica e il pubblico, influendo marcatamente sullo sviluppo dello shoegaze.

    Subito dopo, la band cominciò a lavorare al secondo album. Nel 1990, uscì un nuovo EP, Glider, seguito, l’anno successivo, da un altro EP, Tremolo.

    Nel novembre del 1991 dopo tre anni di lavoro, venne pubblicato il secondo LP, Loveless considerato unanimemente la pietra miliare del rock anni novanta.

    Nel 1992 , la band firmò con la Island Records e si costruì uno studio di registrazione privato. Nonostante ciò, le registrazioni della band si fecero sempre meno frequenti, lasciando, piuttosto, Shields, autore di tutta la musica dei My Bloody Valentine, solo a lavorare in studio, anche se non venne mai ufficializzato lo scioglimento. Nello stesso anno uscì l’EP Les inrockuptibles per l’omomino magazine francese e per i lettori di Liberation.

    L’attività del gruppo subì un rallentamento, nel 1994 il gruppo ha pubblicato la cover del brano We Have All the Time in the World di Louis Armstrong e poco altro, mentre due anni dopo un’altra cover, Map. Ref. 41N. 93W. degli Wire.

    Nel frattempo Shields si dedicò ad altri progetti per conto proprio, collaborando con i Primal Scream, i Dinosaur Jr.  e gli Yo La Tengo . Collaborò, inoltre, a diverse colonne sonore per la regista Sofia Coppola e all’album di letture The Coral Sea di Patti Smith.

    Nel 2007 Shields annunciò che la band era tornata a lavorare in studio e nel giugno dello stesso anno, i My Bloody Valentine suonarono a Londra, cominciando poi un tour tra l’Europa e il Nord America.
    A 22 anni di distanza da Loveless  il 3 febbraio 2013 viene rilasciato in digital download sul sito della band ed in ascolto libero su Youtube, il nuovo album in studio dei My Bloody Valentine dal titolo m b v.